Gli scooter elettrici ggm si suddividono in quattro categorie: gli scooter elettrici per disabili, i mobility scooters elettrici per anziani, i moderni hoverboard e i personal transporter.

Tutti gli scooter ggm sono spinti da motori alimentati da potenti batterie ricaricabili ad alta efficienza e uso ciclico (abbiamo anche scooter con batterie al litio) che garantiscono una prolungata autonomia e ottime prestazioni di velocità e spunto. La ricarica degli accumulatori è semplicissima e viene completata in poche ore con una normale presa di corrente domestica alla quale collegare il carica batterie automatico.

Scooter elettrici per anziani e disabili

Lo scooter elettrico per mobilità personale o motocarrozzetta è l’ausilio perfetto per disabili e persone anziane con difficoltà di deambulazione: consente gli spostamenti quotidiani in libertà e autonomia restituendo di fatto la propria indipendenza e particolarmente la possibilità di partecipare senza limitazioni alla vita sociale. In assenza di questi ausili le condizioni di handicap, disabilità, invalidità, età avanzata, eventi traumatici, incidenti, amputazioni agli arti inferiori, menomazioni o malformazioni congenite, malattie cardio-vascolari, costituiscono un ostacolo difficile da superare per ogni minimo spostamento.

Scooter elettrici per anziani e disabili

Hoverboard

Gli hover board o street board sono oramai un vero e proprio fenomeno giovanile; lo testimonia la notevole e continua diffusione anche tramite le maggiori catene di elettronica ed elettrodomestici italiane.

L'hoverboard si utilizza con il concetto di un monopattino elettrico o volopattino (come una tavola fluttuante): la differenza consiste nelle ruote parallele e nell'assenza del manubrio sebbene alcuni hoverboard elettrici ne siano comunque dotati.

Personal transporter

Il personal transporter a due ruote si guida in piedi con dei semplici movimenti del corpo: è perfetto per chi vuole spostarsi velocemente in città evitando il traffico con un veicolo elettrico ecologico e di tendenza con il quale distinguersi e divertirsi.

Il principio di funzionamento imita l'equilibrio umano con un sistema auto-bilanciato di controllo in retroazione che sfrutta sensori di rotazione giroscopici.

Personal transporter elettrici

Scooter elettrici "Legge e normativa vigente"

Gli scooters ggm possono essere definiti anche scooter elettrici senza patente proprio perché non è necessario che il conducente abbia la patente di guida; ovviamente, soprattutto nel caso di persone disabili e anziani, l'utilizzo è adatto a soggetti dotati di una sufficiente funzionalità degli arti superiori e di una condizione psicomotoria e sensoriale adeguata.

Gli scooter elettrici per anziani e disabili sono considerati ausili medici (non veicoli): pertanto, secondo l'art. 190 del Codice della Strada, possono circolare in tutti gli spazi destinati al passaggio dei pedoni (sui marciapiedi, nei viali, nelle aree pedonali, nelle ztl, sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia, sulle strisce e sui passaggi pedonali) oltre che sulle piste ciclabili.

Invece gli hoverboard non sono stati ancora presi in esame nell'attuale codice della strada: vengono tuttavia assimilati agli acceleratori di andatura al pari di skateboard e pattini a rotelle. Per questo motivo è espressamente vietato l'uso sia negli spazi riservati ai pedoni che sulle piste ciclabili: al momento la circolazione è consentita solo in aree ludiche e proprietà private o sulla banchina (non c'è un espresso divieto) dove presente a bordo carreggiata. I trasgressori possono essere sanzionati dalle forze dell'ordine con multe salate che variano a seconda della contestazione: nel caso il conducente sia minorenne viene multato il genitore che risulta responsabile di risarcire anche gli eventuali danni procurati a terzi.

Il discorso cambia completamente riguardo i personal transporter perché, pur non essendo ancora definiti nel Codice della Strada italiano, sono stati oggetto di uno specifico chiarimento del Ministero dei Trasporti con la nota 26702 del 20.03.2007 la quale prevede che il "Segway Personal Transporter” possa circolare su "marciapiedi", "aree pedonali" e "piste ciclabili", ma con diverse limitazioni:

  • velocità massima non superiore a 6 km/h con sistema di limitazione predisposto dal costruttore, per le "aree pedonali" e per i "marciapiedi";
  • velocità massima non superiore a 20 km/h su piste ciclabili;
  • obbligo di dare la precedenza ai pedoni e di tenere la destra sui marciapiedi;
  • divieto di utilizzo a conducenti con età inferiore a 16 anni;
  • divieto di utilizzo in condizioni di scarsa visibilità (per esempio marciapiedi e piste ciclabili per niente o poco illuminate durante le ore notturne);
  • divieto di circolazione fuori dai centri abitati.

Le categorie fin qui elencate fanno parte sia degli scooter privi di targa che degli scooter elettrici senza assicurazione di responsabilità civile.

Limiti di velocità

La condizione d'uso principale di uno scooter elettrico è certamente la guida in sicurezza sia per il conducente che per i pedoni e gli altri mezzi. I limiti di velocità imposti variano a seconda della zona di percorrenza. In genere nelle aree pedonali il massimo consentito corrisponde a 6 Km/h (da impostare tramite un apposito limitatore elettronico), mentre sulle piste ciclabili il limite passa a 20 Km/h.

Tutti i nostri scooters sono conformi alle direttive della Comunità Europea e dotati del marchio CE.

Gli aventi diritto (generalmente persone disabili, anziani e soggetti con gravi difficoltà deambulatorie) possono accedere a una serie di agevolazioni e detrazioni fiscali.

Se cerchi scooter elettrici in italia scegli il modello che preferisci e richiedi subito l’assistenza gratuita di un nostro consulente.

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici!

Updated on